LA POTATURA IN VERSI

Pubblico una poesia in Piemontese che ha scritto Federico Pastore, adottante e fiero partecipante alla Festa della Potatura. La versione originale è di Federico, la traduzione in italiano è mia. A a tutti buona lettura! I filar 'd barbera 'd Castagnole Sle colin-e astigia-ne ant ël Piemont, 'n monta e cala ùnich, forse, 'n tut 'l mond fra le tante cassin-e, spatarà da sì e da là ì nass cola uva che da tuti a l'è stimà: la barbera! 'N tut 'l mond arcercà Per la fôrsa, la finëssa e la bontà. A Castagnole, guardand giù per i filar, a son tute vigne ant na dëstèisa come 'n mar. Lë spetàcul 'd cole colin-e, tant bel, dij filar che tuti ansema a guardo 'l cel. Lì antrames a la tera dura e crua, l'è pien 'd gent a vëdde fé la povura Lor a l'han adotá ant le Lanse coj filar bej e a festegio ansema come tanti fratej. Son a fa speré 'n na stagion fiorenta con tanta uva … e barbera 'd conseguenza. Federico Pastore Traduzione in italiano I filari di barbera di Castagnole Sulle colline astigiane del Piemonte, un sali-scendi unico, forse, in tutto il mondo fra le tante cascine, sparse qua e là nasce quell'uva che da tutti è stimata: la barbera! in tutto il mondo ricercata per la forza, la raffinatezza e la bontà A Castagnole, guardando giù per i filari ci sono tante vigne in una distesa come il mare. lo spettacolo di quelle colline, tanto bello, dei filari che tutti insieme guardano il cielo. Lì in mezzo alla terra dura e cruda, è pieno di gente che va a vedere la potatura Loro hanno adottato nelle Lanze quei filari belli e festeggiano insieme come tanti fratelli. Sono a sperare in una stagione florida con tanta uva... e barbera di conseguenza!
DeutchEnglish Italiano